Robitex's Blog

Ideas in the web

L’Arte della pericolosità sismica – Parte 2


Sommario

Con un nuovo tocco di colore, torniamo sulla mappa della pericolosità sismica italiana per produrre un’altra pagina artistica. Questa volta useremo una scala di colori con quelli della nostra bandiera…

Colore italiano

Riprendendo il codice illustrato in questo post, è sufficiente creare una nuova funzione Lua, riportata in seguito, per ottenere la mappa sottostante:

La mappa di pericolosità sismica in versione tricolore

La mappa di pericolosità sismica in versione tricolore

Il colore, funzione dell’accelerazione, varierà da verde per il valore minimo a bianco per l’accelerazione media, fino ad arrivare al rosso per l’accelerazione massima.
In LaTeX, un colore può essere miscelato facilmente con il bianco specificandone dopo il nome ed un punto esclamativo, un valore variabile da 0 a 100. Il valore nullo corrisponde al colore bianco, mentre il valore 100 lascia intatto il colore.
Così, l’espressione ‘green!50’ corrisponde al colore bianco con il 50% di verde.

Il codice seguente mostra la funzione che genera l’espressione del colore in funzione dell’accelerazione. Valori bassi di pericolosità saranno rappresentati da un colore verde mescolato con sempre meno bianco a mano a mano che l’accelerazione decresce, mentre valori elevati saranno rappresentati da un colore rosso mescolato ad una componente decrescente di bianco:

-- funzione di interpolazione lineare
local function linear(x,x1,x2,y1,y2)
   return y1 + (y2-y1)*(x-x1)/(x2-x1)
end

-- funzione scala di colori dal verde al rosso
-- passando per il bianco
local function green2red(ag)
   local agmean = (agmax+agmin)/2
   local basecol, val
   if ag < agmean then
      basecol = 'green'
      val = linear(ag, agmin, agmean, 100, 0)
   else
      basecol = 'red'
      val = linear(ag, agmean, agmax, 0, 100)
   end
   
   return string.format('%s!%d', basecol, val)
end

Ho stampato anche questa nuova mappa, naturalmente a colori, e l’ho appesa in ufficio a beneficio della collezione primavera estate 2012.
Ciao.

Una risposta a “L’Arte della pericolosità sismica – Parte 2

  1. Pingback:Visto nel Web – 37 « Ok, panico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: